“Famiglie internazionali”: l’Unione Europea lavora alle regole condivise sulle separazioni

L’Unione Europea è al lavoro, fino al 18 luglio, sulla raccolta di soluzioni e idee in materia di separazioni. Viviane Reading, vicepresidente e commissaria per la Giustizia, ha sottolineato l’importanza della delineazione di una serie di norme che agevolino i divorzi, soprattutto qualora fossero coinvolti i minori. Ha inoltre invitato cittadini, avvocati, magistrati e autorità nazionali a fornire il proprio supporto e ad esprimersi sulle misure che potrebbero facilitare la vita alle coppie internazionali. Partendo dal Regolamento del 2003, che ha significativamente migliorato la situazione, l’obiettivo è quello di creare un codice ancora più funzionale, che intervenga su alcuni punti critici, come le sottrazioni di minori ad opera di un genitore e l’identificazione dello stato UE in cui l’autorità giurisdizionale è competente. Alla cooperazione lavoreranno 16 Stati membri: Austria, Belgio, Bulgaria, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Portogallo, Romania, Slovenia, Spagna e Ungheria.

Per maggiori informazioni:

http://www.diritto24.ilsole24ore.com/art/guidaAlDiritto/dirittoComunitario/2014-04-15/famiglie-internazionali-separazioni-cerca-133624.php

“Famiglie internazionali”: l’Unione Europea lavora alle regole condivise sulle separazioniultima modifica: 2014-05-14T18:08:56+00:00da postiglionemar
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento